Temporanea Caso Morte
Pay per Use

  • L’esperto risponde
    Gli specialisti di UNICABROKER sono a disposizione per rispondere a tutti i suoi quesiti.
    Non esiti a chiamarci al nostro numero 010.26.93.280 o ad inviare una e-mail al seguente indirizzo: info@unicabroker.it.
  • La coperturapay per use”

    Con la protezione TCM pay per use” paghi solo, esattamente il rischio che corri, senza lasciare un euro in più all’assicuratore se decidi di smettere di pagare!”

    UNICABROKER ha selezionato per i suoi clienti un’innovativa polizza Temporanea Caso Morte che definisce il premio in relazione all’età dell’assicurato all’inizio di ogni annualità assicurativa. La durata della polizza è di un anno, e si rinnova automaticamente di anno in anno, salvo disdetta da parte del sottoscrittore. La polizza si caratterizza inoltre per la sua massima flessibilità, perché dà la possibilità di definire, in maniera libera, il livello di protezione e di modificarlo nel tempo.

    Alla copertura Temporanea Caso Morte è possibile abbinare a scelta una o più coperture complementari, anche successivamente all’attivazione del contratto. Le coperture complementari possono essere disattivate nel corso della vita della polizza.
    Inoltre i capitali assicurati della copertura Temporanea Caso Morte e delle coperture complementare possono essere modificati in aumento e in diminuzione.

    Garanzia base:

    • Temporanea Caso di Morte Monoannuale:

    Il premio è definito annualmente in base all’età dell’assicurato e quindi all’effettivo rischio in corso. Questo permette di pagare quindi meno inizialmente rispetto alle tradizionali polizze Temporanee Caso Morte e decidere alla scadenza di ogni anno se interrompere il pagamento del premio.

    Un esempio:

    Temporanea caso morte tradizionale:

    Durara Polizza 25 anni
    Capitale assicurativo €200.000
    Età assicurato 35 anni
    Premio lordo € 507

    Temporanea caso morte monoannuale:

    Durara Polizza 25 anni
    Capitale assicurativo €200.000
    Età assicurato 35 anni
    Premio lordo € 207

    Alla garanzia di base possono essere aggiunte garanzie complementari attivabili e disattivabili a ciascuna ricorrenza annua.

    Garanzie complementari:

    • Terminal Illness (compresa nella garanzia base): qualora all’assicurato venisse diagnosticata una grave malattia che comporti un’aspettativa di vita non superiore a 6 mesi, la Compagnia provvederà all’immediata liquidazione del capitale assicurato.
    • Invalidità totale e permanente a seguito di infortunio e malattia: la garanzia prevede la liquidazione di un capitale se l’assicurato, nel periodo di copertura, diviene invalido in modo totale e permanente per infortunio o malattia. A seguito della liquidazione il contratto si estingue.

    • Caso morte da infortunio: raddoppio – la garanzia prevede la liquidazione di un capitale, inaggiunta a quello della garanzia base, in caso dimorte dell’assicurato conseguente a infortunio. Triplicazione –  il contraente può sottoscrivere, in alternativa, l’opzione triplicazione che prevede la liquidazione di un capitale pari a 2 volte il capitale della garanzia complementare nel caso il decesso sia provocato da incidente stradale.

    • Salvavita – Malattie gravi: la garanzia prevede la liquidazione di un capitale, in aggiunta a quello della garanzia base, nel caso l’assicurato sia colpito da una delle malattie gravi previste dalle condizioni contrattuali.

    Le garanzie possono essere modulate a piacere e quindi, a seconda della fase di vita in cui ti trovi, puoi costruire e smontare le tue coperture.

    Ad ogni ricorrenza annua è possibile:

    • Aumentare o diminuire il capitale assicurato per la garanzia base;
    • Aggiungere o togliere garanzie complementari;
    • Modificare i capitali assicurati per le garanzie complementari.

    La giusta combinazione in funzione della fase di vita:

    L’assicurazione sulla vita  è una parte essenziale di molti piani finanziari. Il suo scopo primario è quello di alleviare l’onere finanziario di una morte prematura.

    Una buona assicurazione sulla vita può sostituire il reddito perduto indispensabile per le spese giornaliere  o essere utilizzato per:

    • Estinguere un mutuo o un prestito;
    • Coprire le spese per l’istruzione dei figli;
    • Coprire i costi per continuare a gestire un’azienda di famiglia;
    • Proteggere il coniuge in pensione;
    • Pagare le spese sostenute per l’evento (spese funerarie, fatture mediche, imposte, i debiti, avvocati, tasse, ecc);
    • Garantire il sostegno economico dei beneficiari.

    Esistono diverse  tipologie assicurazini caso morte; quelle  che comprendono il caso vita a termine e le coperture permanenti, come la vita intera, la vita universale, e la vita universale variabile (Vul).

    Assicurazione temporanea caso morte

    Temporanee:

    • Considerata una delle coperture più efficaci rispetto ai costi tipici delle di assicurazione sulla vita;
    • Fornisce la maggiore ed immediata protezione al  minor costo;
    • Il tuo beneficiario riceverà l’intero importo prestabilito nel caso di decesso dell’assicurato durante il termine di differimento (di solito tra i cinque e i 30 anni);
    • Si può prendere in considerazione questo tipo di assicurazione, se si dispone di un notevole bisogno di protezione durante uno specifico periodo di tempo.

    Collettive:

    • Il premio previsto è generalmente più basso specialmente per le persone più anziane;
    • Disponibile attraverso i datori di lavoro e alcune organizzazioni associative, come ad esempio i sindacati ed ex-club;
    • Di solito non richiede un esame medico preliminare;
    • Processo di sottoscrizione meno complicato.

    Il rischio di morte è coperto senza limiti territoriali e qualunque possa esserne la causa, con la sola limitazione di garanzia sotto specificata nel caso in cui il decesso sia causato da:

    • Dolo del contraente o del beneficiario;
    • Partecipazione attiva dell’assicurato a delitti dolosi;
    • Partecipazione dell’assicurato a fatti di guerra, salvo che non derivi da obblighi verso lo stato italiano: in questo caso la garanzia può essere prestata, su richiesta del Contraente, alle condizioni stabilite dal competente Ministero;
    • Incidente di volo, se l’assicurato viaggia a bordo di aeromobile non autorizzato al volo o con pilota non titolare di brevetto idoneo, e in ogni caso se viaggia in qualità di membro dell’equipaggio;
    • Suicidio, se avviene nei primi due anni dall’entrata in vigore dell’assicurazione o, trascorso questo periodo, nei primi sei mesi dall’eventuale riattivazione dell’assicurazione;
    • Uso non terapeutico di stupefacenti, allucinogeni e simili.

    In questi casi la Società paga il solo importo della riserva matematica calcolato al momento del decesso.